mercoledì 12 gennaio 2011

Lo Spazzacamino Floriano..


Bentrovati!

Comincio il 2011 con un rimpianto.

Il rimpianto di aver visto troppo tardi questo volantino artigianale timidamente affisso ad un cestino per la raccolta dei rifiuti.

Ve ne spiego il motivo.

Qualche tempo fa i miei genitori avevano la necessità di far pulire la canna fumaria: non sapendo a chi rivolgersi, dopo una veloce ricerca sulle Pagine Gialle hanno deciso di contattare un'azienda.

Come spesso avviene di questi tempi, l'azienda in questione, oltre ad avere un nome quantomai esotico ed essere in possesso di importanti e segreti brevetti per svolgere questo delicato compito, era oberata di lavoro.

Avevano comunque promesso che sarebbero venuti prima delle feste per fare un "sopralluogo".

E come spesso avviene di questi tempi, dopo una serie reiterata di clamorosi bidoni, si sono fatti vedere solo nell'anno nuovo.

I miei, giustamente, non avevano contattato altre imprese perchè erano oramai rimasti in parola con questi signori, nè avevano intenzione di subire un'altra serie di pacchi da qualcun'altro.

Dopo un veloce sopralluogo, la ditta, che chiameremo per comodità "SUPERTOPMEGAYEAH!", si è finalmente messa al lavoro.

Per l'occasione, sono andato a casa dei miei a controllare l'andamento dei lavori.

Sono arrivati in tre: di poche parole, si sono infilati una specie di camice da infermiere, dei guanti da facchino, hanno preso una tonnellata di attrezzature e sono andati sul tetto.
Sono salito insieme a loro, li ho fatti salire sul tetto e mi sono messo ad osservare il loro lavoro.

Il capo, facilmente riconoscibile (aveva il camice più bello), ha farfugliato qualcosa ai colleghi: uno di questi ha estratto una specie di pistolone e lo ha infilato nel camino.
Gli altri stavano a guardare.
Ho cominciato a sentire uno strano suono, che pulsava a cadenza intermittente.

Incuriosito, ho domandato che cosa stessero facendo: il capo, quasi seccato, mi ha risposto che inserivano la sonda supertrendy per verificare il biscottaggio della papurzia.

Non avendoci capito un caxxo, ho deciso di non fare ulteriori domande.

Un'Equipe della NASA, che comunicava in linguaggio cifrato, stava lavorando sul tetto di casa...era meglio non disturbarli.

Dopo qualche minuto, hanno cominciato a fare sul serio: hanno indossato degli occhialini fantascientifici ed hanno infilato nel camino uno strano cavo che emanava una luce rossastra.
Uno di loro è sceso in casa, ha tirato fuori una specie di aspirapolvere e si è messo al lavoro dentro il camino.

Poco dopo sono scesi gli altri due ceffi.

Il capo della spedizione,quasi sollevato per il buon esito della difficile missione, si è finalmente lasciato andare ad un sorriso.

Mentre si toglieva la divisa, mi ha domandato con fare molto professionale:"Era molto che non veniva effettuata la pulizia, vero?".
Gli ho risposto che i miei usano raramente il camino, e che quindi l'ultima pulizia era stata fatta parecchio tempo addietro.

Mio padre nel frattempo aveva abbandonato le sue consuete letture e mi aveva raggiunto per pagare.
Ovviamente, un'azienda che si avvale di strumenti fantascientifici, non può che richiedere un compenso ASTRONOMICO!

Poichè mio padre, come spesso avviene in questi casi, non discute ma paga senza battere ciglio, il capo degli operai, felice nel constatare che non stavamo chiamando i Carabinieri per denunciare la rapina appena subita, è diventato improvvisamente amichevole e loquace.

Incassata la refurtiva, ha cominciato a dare una serie infinita di consigli per preservare al meglio il funzionamento della canna fumaria: "E' molto importante che il trinchetto non si scialbi in concomitanza della spaturnia...il pappafico posticipato può diventare pericoloso se si ovalizza a causa della golassa...bisogna saper prevedere il giusto momento in cui si sfagiola la scatigna errante...e comunque la paparnia è sotto controllo quando l'ellissi non collima con il controfiocco...".

Mentre lo ascoltavamo esterefatti, io, senza farmi notare, cercavo con la mano il pulsante segreto nascosto sotto il tavolo della cucina...quello collegato direttamente alla Squadra Ricoveri Coatti...

Ma non ce ne fu bisogno: dopo questa entusiasmante dimostrazione di competenza e professionalità, i tre operai della rinomata Supertopmegayeah! sono finalmente usciti dalle nostre vite.

Mio padre, con il torpore tipico di chi si è appena svegliato dopo uno strano sogno, mi ha subito chiesto: "Ma tu capivi quello che diceva quel pazzo?...Io non ho capito assolutamente niente!".

Ed io :"Non ti preoccupare, babbo...la prossima volta so già chi chiamare!"...

- Vonetzel

3 commenti:

Alex ha detto...

HAHAHAH... sei il numero1 !
Dovresti fare lo scrittore, riesci a rendere divertente anche un fatto triste!
Pensa che io, avendo il riscaldamento autonomo, pago la tangente di circa 100 euro ogni anno perchè un tipo deve certificare di avermi pulito la caldaia.
Un furto legalizzato!

...e comunque la paparnia è sotto controllo quando l'ellissi non collima con il controfiocco...

HAHAHAHAH... sto ancora ridendo!

Vonetzel ha detto...

Troppo buono,Alex!
Considera poi che mi sono limitato molto...posso andare avanti ore a scrivere fesserie. ;-)
Anche io ho il riscaldamento autonomo,e come te mi sono rassegnato a pagare il mio pizzo annuale al tipetto armato di pennellino che mi pulisce la caldaia.
La prossima volta che viene ci scrivo un post simile a questo!

Grace (ma nana) ha detto...

Questa è una piccola perla.
Concordo con Alex..hai reso divertentissimo un furtone che divertente non è per niente.
Fantastico Von..bravo bravo BRAVO!
:)))