sabato 17 ottobre 2009

Il mondo fatato di Trenitalia...


Bentrovati!
La settimana scorsa, per motivi di natura personale, ho dovuto nuovamente affidare il mio destino alla cara Trenitalia.
Non riuscendo a prendere il solito (ed efficientissimo Eurostar) ho dovuto, mio malgrado, accontentarmi del famigerato Intercity.


Dato che il viaggio (almeno sulla carta) sarebbe durato qualche ora, e soprattutto memore delle traumatiche esperienze passate, mi ero doverosamente premunito: il mio "Kit di sopravvivenza" era così composto:
Biglietto di Prima Classe, per evitare almeno i consueti problemi di sovraffollamento...
Riviste di vario genere per ingannare l'attesa durante i probabili ritardi...
Caramelle e schifezze varie, comprate al Bar della Stazione, per rendere più "dolce" il mio viaggio...
Il mio fidato Notebook per lavorare ed, eventualmente, visionare un paio di Film.

Dopo un paio d'ore di viaggio, ci siamo fermati in mezzo alla campagna: subito ho pensato "eccoci, ci siamo..." e invece dopo una breve pausa di qualche minuto, siamo ripartiti senza troppi problemi.
In realtà il ritardo accumulato all'arrivo (l'unica cosa veramente puntuale di Trenitalia, nel senso che c'è sempre) è risultato di circa 40 muniti...quindi un'inezia rispetto ai viaggi della speranza cui sono abituato...

Quello che invece mi ha lasciato alquanto perplesso sono state le condizioni agghiaccianti del treno su cui viaggiavo: il Notebook si è rivelato inutilizzabile e quindi solo un peso inutile, come potete facilmente arguire dalla foto che segue:

Non ho osato neppure toccare questa presa di corrente perchè non mi andava tanto di morire fulminato a soli 38 anni...
Al momento, non mi pare un'esperienza interessante...


Meno male che mi sono potuto consolare con lo splendido paesaggio che ammiravo dal finestrino:


Non si trattava di pioggia...i finestrini erano assolutamente luridi e ci si doveva accontentare di questa bella vista...
Non ho fotografato le condizioni delle Toilette per una questione di pudore personale...non avrei mai avuto il coraggio di proporvele!


Il viaggio di ritorno invece è andato bene...solo una decina di minuti di ritardo...

In più è stato un viaggio divertente: il treno che ho preso era vivace e colorato...sembrava il treno in partenza per il mondo della Fantasia: evidentemente, ogni tanto Trenitalia cerca di soddisfare anche il nostro più nascosto lato fanciullesco...

Grazie Trenitalia!




- Vonetzel

6 commenti:

Alex ha detto...

E questo sarebbe il posto in prima classe?!?!?!
Non oso pensare a quelli della seconda allora!
Grazie per averci risparmiato il bagno!


Quando ero giovine (singloare di giovini) ho viaggiato spesso su interregionali in seconda classe.
Viaggi da 14 ore in condizioni da profughi.
Brrrrr... ho i brividi al solo pensarci!

Alex ha detto...

Se posso aggiungere una cosa...
per fortuna che c'è gente come Vonetzel che commenta e fotografa cosa succede veramente e quali sono le condizioni reali delle cose.
A sentire gli spot di Trenitalia tutti i treni sono fighissimi, funzionalissimi, silenziosissimi, puntualissimi... il personale è cordiale e pronto a darti una mano.
E' chiaro che alla luce di tutte queste belle cose è anche giustificato un leggerissimo ritocco al prezzo dei biglietti.

La vera verità è che il servizio è scadente (Von si è detto fortunato dei soli 40 minuti di ritardo!!!) e che tutto quello lamentato da Von è la realtà comune ad ogni treno della flotta.

dark0 ha detto...

almeno sei arrivato sano e salvo, che non è poco di questi tempi.
grande V :)

Vele/Ivy ha detto...

Come ti capisco! Anch'io ne ho viste di tutti i colori... e il ritardo è veramente l'unica cosa di cui puoi avere certezza!
La parte dove hai scritto che almeno potevi consolarti col paesaggio mi ha fatta piegare!!!

Vonetzel ha detto...

@Alex:date le condizioni pietose del carro bestiame su cui mi trovavo (e per il quale bisogna addirittura pagare il supplemento),il mio intento è stato proprio quello di sputtanare un pò la cara Trenitalia.
E' inutile che ci mostrino gli spot del supertreno Frecciarossa se poi l'80% dei convogli circolanti sono al livello del Burundi (con tutto il rispetto per il Burundi che almeno non si ritrova il Galattico come Primo Ministro!)
@Dark0:in effetti mi posso reputare fortunato...
@Vele:"di tutti i colori" è l'espressione giusta,cara Vele...hai visto con che cacchio di treno ho fatto il viaggio di ritorno? E il capotreno chi lo faceva?...Pulcinella o Arlecchino??

Alex ha detto...

Report!
Stasera hanno fatto un servisio sulle ferrovie dello stato.
Piemonte, Emilia... tutto uno schifo.
Cercatevi il filmato in streaming sul sito di report!