giovedì 23 aprile 2009

Cose dell'altro mondo!


Bentrovati!

Il titolo di questo Post non riguarda la foto che vedete alla vostra sinistra.

Che quel cabarettista del nostro Premier sia talmente stimato e apprezzato in ambito internazionale da far si che il suo nome venga utilizzato per battezzare una pizza non è, purtroppo per noi, una cosa dell'altro mondo...è un triste dato di fatto.

Ovviamente questo la dice lunga sulla considerazione che gli Europei possano ormai avere di noi e del nostro paese...ma non è di questo che voglio parlare...
La "pizza Berlusconi" va per la maggiore in Finlandia...speriamo almeno che sia buona...

Bene: cose dell'altro mondo e Finlandia si diceva...qual'è dunque il nesso tra questo titolo e il paese di Babbo Natale?
Mi riferisco al sistema che questo paese ha adottato per le sanzioni relative alle violazioni del Codice della Strada (le odiatissime multe).

La Finlandia è l'unico paese in Europa ad applicare multe stradali PROGRESSIVE, cioè proporzionate alla gravità della violazione e AL REDDITO del trasgressore.
Cerco di spiegarmi meglio facendo un esempio concreto: supponiamo che si superi il limite di velocità...se il trasgressore percepisce uno stipendio netto di circa 1000 euro, la sanzione che gli verrà addebitata sarà di circa 168 euro...se invece percepisce uno stipendio netto di circa 10.000 euro, l'infrazione gli verrà a costare circa 2268 euro.

Fantascienza?...no, realtà di un paese con livelli di civiltà per noi neppure concepibili.
E come fanno?...molto semplice: innanzitutto in Finlandia l’evasione fiscale e’ quasi sconosciuta e i redditi percepiti sono pubblici.
In secondo luogo e "tecnicamente" parlando, gli agenti della Stradale si limitano a domandare all’automobilista colpevole dell’infrazione quanto guadagna e contemporaneamente RICEVONO SUL CELLULARE DAL MINISTERO DELLE FINANZE IL REDDITO PRECISO, SUL QUALE VIENE SUBITO CALCOLATA LA MULTA.
Inutile dire che mentire non serve a niente ed è molto pericoloso...in Finlandia si va dritti in carcere per molto meno.

Secondo questo giusto principio, facoltosi Finlandesi sono stati multati per violazione al Codice della Strada con somme stratosferiche (in un solo giorno), poiché proporzionate ai loro redditi: Jussi Salonoja con 170mila euro di pena pecuniaria; Anssi Vanjoki con 116.000 euro e Jakko Rystola con 78.000 euro...
Chiaramente si tratta di casi limite anche per la società finlandese...tuttavia nessuno dei sanzionati si è sognato di protestare.
Se poi vi va di approfondire un pò il discorso e masticate l'inglese meglio di me, fate questo tuffo nella civiltà: http://www.poliisi.fi/english/


Tornando alla nostra realtà, non mi sembra certo il caso di rapportare questo sistema alla società italiana: conosciamo bene i motivi per cui sarebbe totalmente irrealizzabile, con gioiellieri/imprenditori e industriali che girano in Ferrari, evadono l'ira di Dio e dichiarano meno dei propri dipendenti...il paragone è a dir poco imbarazzante...

Tuttavia, ragionando per astratto, trovo che le multe proporzionate al reddito siano un eccezzionale principio di giustizia, civiltà ed equità.
Da noi il povero cristo che lascia l'auto sulle strisce pedonali si becca 78 euro di multa: gli sta bene, certo, ma bisogna riconoscere che per lui è una discreta botta.
Il fenomeno che fa altrettanto e gira in Porsche ride dei 78 euro, dato che ne spende di più per l'aperitivo...la volta dopo continuerà a fare altrettanto, fregandosene dei divieti e irridendo noi poveri morti di fame.
In Finlandia gli passerebbe sicuramente la voglia di ridere...sarebbe meno arrogante e sicuramente più civile...

Sotto questo aspetto (e probabilmente anche per altri) la Finlandia è avanti a noi di un secolo!
E l'Europa si muove, ragazzi...non sarà ai livelli della Finlandia ma comunque si allontana sempre di più...

A noi rimane, come magra consolazione, la soddisfazione di sapere che in Finlandia si mangia la "pizza Berlusconi", in omaggio alla fama e allo "spessore politico" nostro Premier.

- Vonetzel



7 commenti:

Alex ha detto...

Adesso non ho tempo di commentare perchè devo recarmi al lavoro ma una cosa voglio dirla subito: Vonetzel, sei il numero uno!
Hai un modo di scrivere, e di vedere le cose che è molto raro.
Stasera o domani commenterò il post!
Buona giornata!

Mg2 revolution ha detto...

E se uno è disoccupato che fa???
Cmq superate le alpi trovi un altro mondo, io sono stato in GERMANIA e lì anche i limiti di 30km/h vengono super rispettati e poi chi beve non si azzarda per niente a usare la macchina.. cose proprio impensabili qui in italia.
Su Berlusconi che devo dire!? Qualche tempo fa un giornalista inglese ha detto che uno come SILVIO in un altro paese europeo sarebbe stato in prigione e che se si candidasse non riceverebbe nemmeno un voto anzi direi io solo un voto il suo!!!! ...forse...

Vonetzel ha detto...

Per Alex:grazie mille del complimento...che ci siano persone che apprezzano e condividono quello che scrivo è una cosa che mi fa enorme piacere.
Per Mg2: visto che sono così organizzati,avranno sicuramente previsto questa eventualità...comunque hai ragione...anche io sono stato diverse volte in Germania,Austria ecc e si ha subito la sensazione di trovarsi in un altro mondo, la cui caratteristica principale è la Civiltà,intesa con la "C" maiuscola.
Faccio solo un esempio che penso renda bene l'idea:in Germania chi non si ferma per dare la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali, alla terza volta subisce l'immediato ritiro della patente.
Senza se,senza ma e senza sceneggiate napoletane.
Noi come Premier ci ritroviamo uno che si è dato alla politica solo per evitare la galera e in Parlamento abbiamo un discreto numero di inquisiti e condannati.
Siamo veramente agli Antipodi del concetto stesso di civiltà!
Ciao!

Vele/Ivy ha detto...

Ciao, intanto grazie per il commento nel mio blog!
Il tuo post mi ha molto incuriosita... vabbè, l'esordio sulla pizza Berlusconi direi che è quasi tragicomico, se si pensa che le associazioni fatte negli altri paesi pensando a noi sono Italia=Pizza=Berlusconi! Aiuto!!
Comunque, per quanto riguarda il resto, se si pensa ai popoli del Nord Europa ci troviamo davanti ad un mondo totalmente diverso dal nostro. Le loro politiche sono orientate in modo diffirente, oserei dire più "civile"... le fasce di popolazione protette non solo le "caste" all'italiana, ma anche le persone con reddito più basso (come l'esempio che hai fatto tu), le donne in maternità ecc. Non dico che siano paesi assolutamente perfetti, ma di sicuro dei punti ce li danno eccome...

Vonetzel ha detto...

Ciao Vele e grazie per la visita.
Hai colto il nocciolo della questione: tutti i paesi hanno problemi e difetti...e a questo non si sottrae sicuramente neppure la civilissima Finlandia.
Quello però che rende questi paesi sicuramente più civili e più "vivibili" è proprio la tutela delle fasce deboli della popolazione, con meccanismi e procedure improntate a principi di equità e giustizia sociale.
Sentirsi parte di un meccanismo che funziona,sentire l'appartenenza ad una "società" dove tutti assolvono i propri obblighi fiscali e ottengono in cambio servizi di primissimo livello è una sensazione che in Italia non potremo mai provare.

Alex ha detto...

I Finlandesi sono più civili di noi.
Non che ci voglia molto in effetti.

I Finlandesi fanno leggi migliori delle nostre.
Sì, anche qui non è che ci sia tanto da vantarsi.

I Finlandesi hanno servizi migliori dei nostri.
Già, capirai!

I Finlandesi insultano Berlusconi.
Capirai che gran fatica, come sparare sulla croce rossa.

Insomma... dai, diciamocela tutta... ai Finlandesi piace vincere facile!

http://www.youtube.com/watch?v=407jFKGDEhI

Alex ha detto...

Quello delle multe proporzionate al reddito in Italia sarebbe pura utopia proprio per il motivo che ha detto Vonetzel: in un paese dove gli idraulici girano in Mercedes e dichiarano ZERO come guadagni sul 740, dove tutti quelli che lavorano in nero o che non sono controllati evadono il fisco in maniera direi vergognosa quasi da risultare nullatenenti gli unici a pagare le multe sarebbero solamente i soliti di sempre!

Bisognerebbe avere un metodo per calcolare l'effettivo tenore di vita ma questo va contro la privacy e, quindi non si può fare... tuttavia la privacy non viene tenuta da conto quando ti telefonano tutti a casa nelle ore più tarde per proporti abbonamenti, contratti e finanziamenti!

Ergo la regola è sempre la stessa: il Italia la legge NON E' UGUALE PER TUTTI.
Anche in Finlandia la legge non è uguale per tutti... da questo cosa ne si deduce?